Stitichezza. Cosa mangiare e Quando Scegliere un Lassativo

lassativi-quali-scegliere

Evidenze scientifiche hanno messo in luce come un’alimentazione sana e uno stile di vita adeguato possano migliorare qualità della vita di chi soffre di STITICHEZZA.

Fare pasti regolari ricchi di fibre solubili aiuta i movimenti intestinali.

Così come bere tanta acqua e mangiare frutta e verdure fresche.

Si ai legumi con la buccia, ricca di fibre che aiutano contro la stipsi.

Sconsigliati i pasti veloci come panini o pizza perché contengono sia farine raffinate che insaccati, dannosi per il tuo intestino.

No anche ai succhi di frutta o agli estratti che sono solo acquosi e non fibrosi.

Nei periodi in cui senti una stitichezza pronunciata, puoi associare un lassativo.

Ovviamente non ogni giorno ma soltanto occasionalmente.

Meglio evitare i lassativi irritanti, a base di antrachinoni, come ALOE, SENNA E RABARBARO (vedi post di ieri sull’aloe)

Piuttosto preferisci lassativi di VOLUME che formano un gel e ammorbidiscono il contenuto dell’intestino.

Lo psillio è un lassativo di volume che forma un gel e ha anche un’azione “pulente” per il colon.

In alternativa all’uso sporadico e non continuativo dei lassativi di volume ci sono quelli OSMOTICI.

Queste sostanze richiamano acqua dell’intestino e ammorbidiscono il contenuto intestinale.

E tu come contrasti la stitichezza? Scrivilo nei commenti e segui la pagina.

0 COMMENTI

Dottssa Federica

RISPONDI

Your email address will not be published. Required fields are marked*